Il disturbo ossessivo compulsivo

Il disturbo ossessivo compulsivo è una forma di psicopatologia che può condizionare fortemente l’esistenza di chi ne soffre, per l’invadenza ostinata dei sintomi, anche quando la personalità non appare compromessa.

I sintomi –sia le ossessioni che le compulsioni- vengono vissuti come obbligati e necessari e necessario viene sentito il tentativo di resistervi che porta allo sfinimento. Tutto il processo che trattiene lungamente la persona affetta da questo disturbo provoca sofferenza psicologica e prostrazione.

I sintomi ossessivi sono pensieri, immagini o impulsi che si impongono alla coscienza in modo coatto così come si impongono i comportamenti compulsivi, riparatori, contenitivi e ritualizzati. Infatti se una persona è ossessionata da pensieri di sporco e di contaminazione che provocano angoscia, s’innesca la spinta psichica coercitiva a compensare questi pensieri con azioni riparatorie (compulsioni), che arginino l’ansia, come ad esempio pratiche rituali di lavaggio e igiene esasperato. In effetti le forme compulsive possono essere costituite anche da altri pensieri, reiterati nella mente come preghiere, che tentano di scongiurare ed annullare gli effetti nefasti delle immagini coatte e dei pensieri ossessivi.

I temi e i modelli ricorsivi delle ossessioni riguardano l’ordine, le classificazioni, lo sporco e l’igiene, il contagio, l’oscenità e l’impudicizia, la blasfemia e le bestemmie, ecc. In sintesi la ripetizione coatta, l’intrusione persistente e inappropriata, l’apprensione e l’ansia, la rigidità e la resistenza dei contenuti ossessivi e delle reazioni compulsive sono sempre presenti. La persona affetta dal disturbo ossessivo compulsivo vive tutta la sintomatologia come una parte di sé e tuttavia estranea e in conflitto, e teme fortemente le conseguenze ignote e tragiche di un eventuale sospensione delle ripetizioni ossessive e dei rituali comportamentali.

Una sintomatologia pervasiva e amplificata caratterizza il disturbo della personalità di tipo ossessivo compulsivo; la persona con disturbo della personalità non vive la conflittualità tipica di chi è vittima del semplice disturbo ossessivo compulsivo ma l’intera organizzazione della sua personalità è strutturata e orientata dalle ossessioni, vissute come pensieri congruenti, e dai rituali, vissuti come comportamenti necessari e coerenti.

Si è davanti ad una personalità coartata dal punto di vista emozionale, ossessionata dall’ordine e dal rigore teorico con cui affrontare la vita e i compiti quotidiani, tormentata dalle regole, dalla precisione e dal perfezionismo.

Spesso le persone affette da questo disturbo della personalità sono intolleranti e inflessibili con sé stessi e con gli altri, hanno un forte e severo senso del dovere ma purtroppo rimangono schiacciati dalle responsabilità e non riescono spesso a portare a termine progetti personali o lavorativi; la rigidità si sposa con l’insicurezza, l’indecisione, i tentennamenti e il blocco emotivo e operativo. Queste persone però non riescono neppure a delegare perché hanno scarse capacità di adattamento e mancanza del senso di fiducia.

Anche il rapporto con il denaro e il possesso delle cose proprie rimangono fortemente condizionate (accumulo, avarizia, risparmio) contribuendo a determinare una vita infelice, fatta di rinunce e di limitazioni.

Questa patologia risponde bene all’intervento psicoterapeutico quando i pazienti vi aderiscono con impegno e disponibilità, imparando progressivamente ad affidarsi a qualcuno che si prende finalmente cura di loro senza più avere la necessità di ricorrere in modo difensivo ai pensieri e all’atteggiamento ossessivo e alle pratiche compulsive.

Mi occupo di

  • Ansia
  • Adolescenza
  • Attacchi di panico
  • Depressione
  • Fobie
  • Disturbo ossessivo compulsivo
  • Psicoterapia di coppia
  • Psicoterapia di gruppo
  • Borderline e Narcisismo
  • Somatizzazioni e ipocondria
  • Disturbi del comportamento alimentare
  • Traumi

Dott. Marco Petralia - Psicologo Psicoterapeuta Latina
Piazzale Natale Prampolini, 1 - Latina - marcopetralia.mp@libero.it | privacy

PI: 01894430683 | Iscrizione all'Albo N°3438 1993 Lazio.

AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non vanno utilizzate come strumento di autodiagnosi o di automedicazione.
I consigli forniti via web o email vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento.
La visita medica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.

©2017 Tutti i testi presenti su questo sito sono di proprietà del Dott. Marco Petralia
Ultima modifica: 27/01/2017